Categorie
Spagna

En-Nesyri: il trascinatore silenzioso del Siviglia

En-Nesyri è l’uomo che sta aiutando il Siviglia di Lopetegui a confermarsi nelle prime posizioni della Liga. Un calciatore poco appariscente che, complice un ottimo avvio di stagione, sta diventando sempre più il leader dell’attacco degli andalusi.

En-Nesyri è uno di quei giocatori di cui non puoi non innamorarti per spirito di sacrificio e dedizione. L’attaccante marocchino, dopo buone stagioni in piccole realtà del campionato spagnolo, ha ricevuto nel gennaio 2020 la chiamata di un top club della Liga. Per 20 milioni di euro è stato il Siviglia di Lopetegui ad accaparrarselo. Un acquisto passato un po’ sottotraccia. Fino ad oggi almeno, dal momento che i numeri dicono che En-Nesyri è il capocannoniere del Siviglia in campionato e Champions.

Gavetta con Malaga e Leganés

Dopo aver mosso i primi passi nel mondo del calcio nell’Academié Mohammed IV, club del nord del Marocco, En-Nesyri viene prelevato nel 2015 dal Málaga. Un anno nelle giovanili, poi però la società decide di non aggregarlo all’Atlético Malagueño, ai tempi in Tercera División. Juande Ramos, allenatore della prima squadra, lo vuole con sé. Lo ha visto giocare ed è rimasto estremamente colpito: sa che il giovane attaccante potrà fare bene.

Complice l’assenza di molti uomini del reparto offensivo, En-Nesyri trova subito il debutto in Liga il 22 agosto. L’allora 19enne colleziona i suoi primi 14 minuti da professionista nel 2-2 contro l’Espanyol. E poco meno di un mese dopo arriva anche il primo goal, quello del 2-1 che sancisce la vittoria sull’Eibar a La Rosaleda. Per lui due annate convincenti con i biancocelesti, chiuse con 5 goal in 38 partite. La media realizzativa è ancora bassa, ma il ragazzo ha ampi margini di miglioramento. Alla fine della stagione 2017/2018, però, il Málaga retrocesso è costretto a disfarsi dei suoi campioncini, e per En-Nesyri arriva quindi il momento di cambiare aria.

Nell’estate del 2018 passa al Leganés per 6 milioni di euro. Diventa il colpo più costoso della storia del club e sa che la salvezza della squadra dipenderà anche dai suoi goal. Asier Garitano gli dà fiducia e lo posiziona al centro del suo attacco. Il numero 26 non delude le aspettative e, anche grazie ai suoi 9 goal e 2 assist in 31 presenze, il Leganés ottiene la sua terza salvezza consecutiva.

En-Nesyri al Leganès
En-Nesyri con la maglia del Leganés (Fonte: AS)

É nella gara casalinga contro il Betis che l’attaccante sfodera la sua miglior prestazione. Diventa il primo giocatore della storia del Leganés a siglare una tripletta in massima serie, ma non è finita qui. Insieme alla squadra della provincia di Madrid si renderà protagonista di una storica cavalcata in Copa del Rey, interrotta solo alle semifinali contro il Siviglia. Le prestazioni di En-Nesyri non passano di certo inosservate al club andaluso. E infatti la stagione successiva è quella del cambio di maglia. Dopo aver iniziato l’annata tra le file del Leganés, a gennaio la punta marocchina approda alla corte di Lopetegui per 20 milioni di euro.

La conferma con il Siviglia

Sotto la guida di Lopetegui, En-Nesyri dà prova di tutte le sue qualità. Un attaccante poliedrico, ben strutturato fisicamente ma con buona velocità e agilità. La sua duttilità gli permette di giocare sia da punta che da ala sinistra o destra. Il mister preferisce utilizzarlo principalmente al centro dell’attacco, e nonostante la staffetta con de Jong, sigla 6 goal in 24 partite, riuscendo a vincere anche l’Europa League.

En-Nesyri esulta per Europa League
Il Siviglia festeggia l’Europa League. (Fonte: Instagram En-Nesyri)

La nuova stagione è iniziata con il botto. In 17 partite di Liga è andato a segno già 8 volte, e in Champions League non è da meno, con 4 goal in 6 presenze. Il match casalingo contro la Real Sociedad lo ha consacrato definitivamente al grande pubblico spagnolo, siglando una tripletta da urlo e trascinando i suoi alla vittoria. Nel primo goal è bravo a trovarsi pronto su assist di Fernando per il tap in vincente. Poi sfodera un gran mancino che trafigge Álex Remiro e per finire, di nuovo con il mancino, anticipa tutti sul primo palo fissando il punteggio sul 3-2 finale.

Rapido nell’esecuzione, è un attaccante molto intelligente. Con un ambiente sereno e lungimirante come quello presente in terra andalusa, En-Nesyri potrà arrivare tra i top, con il suo valore di mercato destinato a crescere settimana dopo settimana. Un attaccante poco appariscente, che forse neanche veniva calcolato più di tanto all’inizio della sua avventura con il Siviglia. Ma se Monchi ti mette gli occhi (ne abbiamo parlato nel nostro magazine), avrai sicuramente qualcosa di buono da dimostrare. Ed En-Nesyri lo sta facendo, e pian piano i riflettori si stanno accendendo su di lui.

En-Nesyri con Lopetegui.
En-Nesyri a colloquio con Lopetegui. (Fonte: Estadio Deportivo)

Lopetegui ha fiducia in lui e se lo coccola:

“Youssef è giovane, lavora bene e ha tanta voglia. É migliorato molto e continuerà a farlo, perchè ha ampi margini”.

Lopetegui

Il futuro andaluso di Youssef En-Nesyri può essere luccicante.


Il meglio del calcio internazionale su Sottoporta: Billy Sharp, la volpe di Sheffield

Fonte immagine di copertina: Spain’s News

Di Gualtiero Sanapo

Mangio pane e calcio da quando sono in fasce, e questa dieta non mi ha ancora stufato. Amo le statistiche, vado pazzo per le curiosità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *