Categorie
Nazionali

La nazionale di calcio femminile di San Marino

Il Torneo di Sviluppo dell’UEFA di aprile nel castello di Acquaviva ha segnato il debutto ufficiale della Nazionale di calcio femminile di San Marino nelle competizioni internazionali. Il pallone nella Repubblica del Titano sta cercando in ogni modo di svilupparsi e progredire. E la creazione di una nazionale femminile Under 16 deve essere vista soltanto come un punto di partenza.

Perché così tardi? “Sicuramente il ridotto bacino di utenza da dove poter attingere le ragazze è una criticità del progetto Nazionale di San Marino. Ciò nonostante, dal primo giorno in cui io e mister Giacomo Piva ci siamo approcciati al mondo femminile, ci siamo fissati questo obiettivo come massima aspirazione e come realizzazione del duro lavoro fatto in questi anni” ci spiega Gionata Arcangeli, il “Coordinatore delle Nazionali femminili” della FSGC.

PSM SPORT È MEDIAPARTNER DI SOTTOPORTA, VISITA IL SITO WWW.PSMSPORT.IT

Tre anni fa Gionata è stato nominato Responsabile del Settore Giovanile Femminile della San Marino Academy. Questo è un po’ “il motore trainante del calcio a San Marino” ci racconta mister Giacomo Piva. Che aggiunge: “I buoni risultati ottenuti, al pari del miglioramento dei giovani calciatori / calciatrici, fanno sì che tutto il movimento si sviluppi e crei continuità anno dopo anno”.

Giacomo Piva abbraccia le sue calciatrici: il mister è una colonna portante del progetto. ©FSGC/Pierini | Acquaviva, 18 aprile 2024

Classe ’87, Piva è entrato a far parte della San Marino Academy nella stagione 2017/18. Prima come collaboratore nella U14 Pro maschile e dalla stagione successiva anche nel femminile. Nell’ottobre 2023 Piva viene nominato CT della Nazionale Sperimentale Under 16 femminile sammarinese. “Proveremo a portare anche in Nazionale lo stesso spirito e filosofia che abbiamo in Academy. Dobbiamo provare ad essere padroni del gioco, nel limite del possibile, ma pronti ad adattarci alle diverse situazioni a cui andremo incontro”.

Creare una nazionale femminile a San Marino non è impresa facile, per tanti motivi, e Giacomo Piva ce lo conferma. “Le maggiori sfide sono state quelle di creare un gruppo squadra formato da ragazze eterogenee e di diverse età ma che hanno fin da subito manifestato un grande entusiasmo nel progetto”.

Il crescente interesse globale verso il calcio femminile ha iniziato a influenzare anche realtà più piccole come San Marino. Ma come ha risposto la comunità all’iniziativa di una nazionale di calcio femminile?

“Dal momento che la notizia della prima Nazionale femminile sammarinese è trapelata, abbiamo avuto un grandissimo riscontro e grandi apprezzamenti da tutto il tessuto sociale sammarinese. Sponsor, testate giornalistiche, sia italiane che sammarinesi, ci hanno da subito sostenuto ed aiutato a promuovere in toto il nostro neonato movimento”

Gionata Arcangeli

Il forte spirito di appartenenza dimostrato dalle ragazze ha contribuito significativamente ai primi passi di questo percorso. La prima amichevole internazionale giocata a inizio marzo a Tirrenia contro la Selezione Calcio +15 italiana sarà per sempre un ricordo indelebile. “Vorrei che passasse il grande impegno che le ragazze mettono ad ogni allenamento. E anche l’entusiasmo con il quale arrivano ogni giorno al campo per giocare e migliorarsi” ha dichiarato Piva.

Sia Giacomo che Gionata sono molto orgogliosi che la UEFA abbia scelto il territorio sammarinese come Nazione ospitante del Torneo di Sviluppo. Tutto questo a dimostrazione che il lavoro fatto in questi anni in Federazione non è passato inosservato. Il 16 aprile 2024, allo stadio di Acquaviva, l’emozione sui volti delle ragazze è palpabile: è la prima volta in assoluto per la Nazionale sammarinese di calcio femminile.

©FSGC | Acquaviva, 16 aprile 2024

La Georgia batte le padrone di casa per 7-4 ma si fa comunque festa anche per celebrare la splendida tripletta di Elisa Terenzi. “Come giocatrice mi definisco un’ala sinistra, ruolo dove mi trovo più a mio agio per le mie caratteristiche tecniche. Però ho ricoperto anche altri ruoli d’attacco”.

Forse non tutti sanno che la 19enne attaccante Chiara Beccari – che recentemente la Juventus Woman ha richiamato dal Sassuolo dopo un’ottima stagione con 5 goal e 5 assist in Serie A – è nata proprio a San Marino. Beccari ha poi scelto di rappresentare l’Italia (hanno pure convocato Chiara ai Mondiali 2022) ma resta un modello da seguire

“Chiara Beccari è per me è un riferimento molto importante da cui cerco di prendere spunto, perché anche lei ha giocato per diversi anni nella San Marino Academy per poi arrivare a competere ad alti livelli. In futuro spero di ripercorrere quello che è il suo cammino da professionista”.

Elisa Terenzi

Nella seconda partita contro l’Estonia, Elisa Terenzi continua a mostrare tutte le sue qualità. Ma a sbloccare il risultato è una punizione dalla distanza della capitana Anna Benedettini. Al 91′ arriva però l’autogoal dell’1-1, che porta il match ai calci di rigore. Dal dischetto le “Titane” sono perfette, a differenza delle colleghe baltiche, e conquistano così la prima storica vittoria della nazionale femminile di San Marino.

©FSGC/Pierini | Acquaviva, 18 aprile 2024

La gioia di Elisa Terenzi è incontenibile: “San Marino per me è molto importante perché mi ha permesso di crescere sia come giocatrice che come persona, ottenendo assieme al gruppo straordinari risultati. E la Nazionale femminile è un progetto a cui tengo tantissimo perché è un’opportunità che ci siamo guadagnate sul campo con tanto lavoro e sacrificio. L’idea di giocare e rappresentare il mio Paese mi rende molto orgogliosa”.

Nell’ultima partita del Torneo, San Marino va in vantaggio con Terenzi ma poi subisce la rimonta del Lussemburgo, che vince 6-2. A supportare le ragazze, stavolta, c’è anche la” Brigata Mai 1 Gioia“, un gruppo unico nel suo genere che ama incondizionatamente il calcio a San Marino.

Per me e per il mister Piva sapere di essere sostenuti ed incoraggiati dalla Brigata Mai 1 Gioia è un onore e un privilegio. Non importa quante persone ci saranno fisicamente allo stadio a sostenerci, perché, come dice il primo assunto dei nostri tifosi, “Dove c’è uno striscione c’è la Brigata” ci riferisce orgoglioso Arcangeli.

E gli obiettivi futuri della nazionale di calcio femminile di San Marino? “Bisogna aumentare i numeri, innalzare il livello di qualità, consolidare e dare continuità al progetto Nazionali femminili sammarinesi.” Il resto, si vedrà. Mister Piva conclude con una riflessione: “A nostro modo di vedere non c’è nessun tipo di pressione ma solo voglia di dimostrare e di giocare a calcio, perché è la cosa che ci rende più felici”. Il calcio è presente a San Marino, sia maschile che femminile.


Immagine di copertina realizzata da PSM Sport, visita il loro sito: http://psmsport.it/

Base della copertina: foto archivio Flickr FSGC – ©FSGC | Dogana, 6 marzo 2024

Segui il calcio internazionale su Sottoporta: leggi la nostra guida su Europei e Copa América.

Di Cosimo Giordano

Opinionista sportivo nel tempo libero, founder di Sottoporta, amo la pizza e il calcio internazionale. Sono quel tipo che ogni tanto ripensa alla carriera di Pauleta e che va a curiosare sulle rose del campionato australiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *