Categorie
Resto del mondo

#MDS: São Paulo, alla scoperta del “tricolor paulista”

MDS è semplicemente il modo di indicare la “Maglia della settimana”: questa volta protagonista è quella del São Paulo.

Per tutti gli amanti delle maglie da calcio il Brasile rappresenta un vero e proprio punto di riferimento, in quanto patria di numerosissime squadre dalle maglie iconiche. Chi inoltre si reca nel “País do carnaval” ha l’opportunità di comprare bellissime maglie ad ottimo prezzo, in quanto ogni città brasiliana abbonda di negozi sportivi e dedicati agli appassionati di calcio.

Tra le maglie brasiliane, una che a mio parere merita un discorso particolare è quella del São Paulo. La squadra infatti, oltre che per numerosi successi in campo nazionale e internazionali, si è sempre caratterizzata per uno stile unico, con una maglia casalinga semplice ed elegante: bianca con due righe orizzontali rosso-nere.

Una scelta nata da una fusione

La scelta di giocare con questa specifica divisa affonda le sue radici nell’origine del club. Il São Paulo è infatti nato dalla fusione del Paulistano (rosso-bianco) con l’A.A. Palmeiras (bianco-nero). Inoltre, anche lo stemma del club riprende caratteristiche di quello dei due club deriva, e con la sua forma particolare (un rettangolo sovrapposto a un triangolo) è uno dei più riconoscibili non solo in Brasile ma in tutto il mondo.

Chi ama le maglie, molto spesso si rende conto quanto sia realmente difficile innovare o presentare soluzioni alternative per squadre che indossano maglie a righe. I numerosi tentativi di innovare (ad esempio fatti sulle divise di Milan, Inter e Juventus) hanno molto spesso avuto poco successo. In Brasile, tuttavia, le squadre che usano divise a righe, come ad esempio il Gremio, scelgono uno stile sempre molto riconoscibile e “fisso”.

Sulla maglia away (che personalmente preferisco a quella casalinga) si può notare come il rossonero sia sempre “interrotto” da una striscia bianca, creando quasi un equilibrio perfetto tra i tre colori. Una scelta stilistica che si vede spesso, e quasi soltanto, su maglie brasiliane o più generalmente sudamericane. Prima o poi anche team europei adotteranno questo stile? Staremo a vedere.


Il meglio del calcio internazionale su Sottoporta: Rúben Dias, la gemma di Manchester

Fonte immagine di copertina: Collezione privata afootballshirtdream

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *