Categorie
Attenzione a...

Attenzione a… Joseph Scally

Attenzione a Joseph Scally, terzino destro classe 2002 in arrivo al Borussia Mönchengladbach dal New York City F.C.

La Bundesliga è il campionato, al di fuori dell’MLS, dove giocano più statunitensi al mondo. La nuova generazione di talenti sta finalmente permettendo la tanto aspettata esplosione del “soccer”, per usare il termine nord-americano, a un livello considerevole per gli standard sportivi degli USA.
Ad oggi gli americani in Bundesliga sono già 8. Tra questi, giovanissimi diamanti grezzi come Reyna, Sargent e Richards, ai quali si sta per aggiungere Joseph “Joe” Scally.
Scally è stato acquistato la scorsa stagione dal Borussia Mönchengladbach per 1,8 milioni di euro e raggiungerà la Germania dal 1 gennaio 2021. Da quanto traspare sarà aggregato immediatamente alla prima squadra dei renani, un giorno dopo aver compiuto 18 anni.

L’idolo Dani Alves e uno stile di gioco molto europeo

Joe ha dichiarato in diverse interviste di ispirarsi e ambire a raggiungere il livello del suo idolo Dani Alves, indubbiamente uno dei terzini destri più forti e vincenti della storia recente.
Fisicamente possiamo notare subito che non somiglia molto al brasiliano però, superando i 180 cm di altezza. Ciò nonostante, le caratteristiche che ama mettere in mostra sono in qualche modo in linea con il suo modello ideale: velocità, tecnica e aggressività unita ad una notevole forza fisica.

Joe in azione


Scally è un terzino che ama l’uno contro uno sui due lati del campo, riuscendo a coprire integralmente la fascia destra. Come i terzini più moderni però, non disdegna il palleggio nello stretto e ama accentrarsi e combinare una buona tecnica alla sua velocità per eludere il pressing avversario con un passaggio filtrante o un cambio lungo sull’altra corsia laterale.

Fratellini prodigio: Gio e Joe

Nella sua nuova avventura tedesca, Joseph Scally ritroverà il suo ex-compagno e grande amico Giovanni Reyna. I due sono entrambi cresciuti nella New York City Academy sotto l’esperta supervisione del papà di Gio, l’ex nazionale americana Claudio Reyna. Hanno vissuto insieme la trafila nelle giovanili statunitensi e magari si affronteranno faccia a faccia già nel prossimo match tra Mönchengladbach e Dortmund del 22 gennaio.

Se Reyna ha già dimostrato di essere un potenziale crack per il calcio nord-americano, Scally non vorrà certamente lasciare solo il suo grande amico nella scalata all’elite del calcio europeo.


Joseph è stato, nel 2018, il giocatore americano più giovane ad aver firmato un contratto professionistico con la squadra in cui è cresciuto, dopo Freddy Adu.
Chiaramente auguriamo a Joe di non avere lo stesso destino del povero Freddy, masticato e sputato dal mondo del calcio dopo esser stato paragonato ai mostri sacri della storia del gioco.

Aspettative e prospettive

Il suo approdo in Germania arriva dopo appena 7 presenze con la compagine newyorchese, di cui una ai Play-off.
L’esperienza più significativa è stata il mondiale U-17, dove però gli Stati Uniti hanno raccolto appena 1 punto venendo eliminati ai gironi.

Da Joseph Scally non ci si dovrà aspettare quindi un impatto immediato. Potrebbe patire il cambio di paese, lingua e campionato prima della sfida di togliere il posto da titolare all’esperto austriaco Stefan Lainer. Nel primo caso, siamo sicuri che si sarà già organizzato con il suo grande amico Gio per imparare un po’ di tedesco, per la seconda difficilmente potrà essere aiutato invece.

Il calcio americano sta trovando terreno fertile in Germania per crescere i propri talenti, riuscirà Scally a sfuggire alla maledizione di Freddy Adu?


Il meglio del calcio internazionale su Sottoporta: Sempre sia lodato il Boxing Day

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *