Categorie
Tornei per club

Squadre simpatiche dell’Europa League 20/21

AEK Atene, Dundalk, Granada, LASK Linz e Stella Rossa sono squadre lontane dai riflettori, ma da seguire nel loro percorso in Europa League.

Dichiariamo le nostre simpatie verso cinque improbabili squadre di Europa League, edizione 2020/2021.

AEK Atene

Una delle prime live che abbiamo fatto in quarantena è stata proprio quella con Massimo Carrera. Che ci disse:

«Non mi sarei mai aspettato la chiamata dell’AEK, è avvenuto tutto velocemente. Ho parlato con la dirigenza e ho accettato perché è un progetto serio, visto che stanno costruendo anche lo stadio nuovo che sarà pronto l’anno prossimo. Il nostro obiettivo è il secondo posto in campionato per qualificarci in Champions e vincere la coppa».

Massimo Carrera

Arrivato terzo in campionato e perdente in finale di coppa greca contro l’Olympiacos, i delusi tifosi Kitrinomavri non hanno mai riposto tante speranze in una qualificazione ai gironi di Europa League. Battuto di misura il San Gallo, i greci hanno fatto compiuto l’impresa contro il più ben attrezzato Wolfsburg.

Massimo Carrera
Potete trovare le pic delle altre live sulle storie in evidenza del profilo Instagram di Sottoporta

Mantalos sbaglia un tihroe, Mehmedi dà il vantaggio ai tedeschi, Andre Simoes pareggia, e al 94′ Karim Ansarifard regala una gioia a tutto lo Spyros Louis di Atene. Uno dei “segreti” di Massimo Carrera? Ce lo rivelò sempre nella live:

«Capisco qualcosa di greco, ma poco. Sono pigro e ho l’interprete, quindi preferisco parlare in italiano perché trasmetto meglio le emozioni e il mio pensiero ai giocatori».L’Europa League sta riscaldando i motoriIl meglio del calcio internazionale su Sottoporta:

Massimo Carrera

Dundalk

Tra Dundalk e Ki Klaksvik si sarebbe qualificata comunque una squadra simpatica, da tifare in assenza di preferiti. A spuntarla sono i Lilywhites, che così diventano la prima squadra irlandese a qualificarsi due volte per la fase a gironi di UEFA Europa League. Murray, Cleary e Kelly consegnano una vittoria storica al Dundalk.

https://www.instagram.com/p/CF0S9bgJ0rm/?igshid=j2iir8c5tb9m

Il giocatore più prezioso della rosa? Stefan Colovic, ala serba ex Proleter, con un valore stimato di circa 325 mila euro. Wolfsburg o Copenhagen, Basilea e Galatasaray, tutte squadre esperte in campo europeo, guarderanno l’Europa League da casa, il Dundalk straordinariamente la giocherà sul campo. Ottimo lavoro dunque del nostro mister Filippo Giovagnoli, affiancato dall’assistente Giuseppe Rossi, entrambi di Apecchio, un paesino delle Marche.

Granada

Il Granada nel 2018/2019 giocava in Segunda Division, la Serie B spagnola. In quella stagione hanno conquistato una bella promozione, e l’anno seguente, da neopromossa si sono piazzati settimi. Superati Teuta e Lokomotivi Tbilisi, l’ultimo ostacolo prima della fase a gironi di EL è stato il Malmö.

Machis, Puertas e Yangel Herrera permettono agli andalusi di staccare il primo pass d’élite per un torneo internazionale, il primo in 89 anni di storia. Merito anche dell’allenatore Diego Martínez Penas, uno cinico, da seguire attentamente.

LASK Linz

L’anno scorso hanno partecipato alla manifestazione, fermandosi solo con il Manchester United. A luglio la squadra austriaca ha messo sotto contratto Dominik Thalhammer, nelle vesti di allenatore e direttore sportivo. Un Ralf Ragnick dell’Alta Austria. Il trascinatore però è solo uno e porta il nome di Marko Raguz. Il 22enne austriaco è uno dei pezzi forti del LASK, e con l’Europa League ha pure un discreto feeling. Nella scorsa edizione ha infatti segnato ben 5 goal in 10 partite, una grande media considerando che nel campionato austriaco la scorsa stagione ne ha segnati 7 in 27 presenze.

Marko Raguz LASK Linz Europa League
A noi Marko Raguz piace (fonte: kleinezeitung.at)

Non poteva mancare la sua firma nel play-off finale contro lo Sporting Lisbona, dopo la doppietta al Dunajská Streda il turno precedente. Il LASK ha giocato un calcio propositivo e divertente, rifilando un sonoro 1-4 a domicilio ai portoghesi. Thalhammer si ritiene soddisfatto:

“Sono incredibilmente orgoglioso della mia squadra, stasera hanno mostrato una prestazione davvero controllata e matura”.

Dominik Thalhammer

Stella Rossa

Siamo contentissimi che i serbi siano entrati nei gironi di Europa League perché così potremmo ammirare meglio Diego Falcinelli illuminarsi nelle notti europee. L’attaccante di Marsciano, arrivato a Belgrado in prestito dal Bologna, non aveva cominciato bene la sua avventura con la Crvena Zvezda, sbagliando un rigore nella lotteria persa contro l’Omonia Nicosia nei preliminari di Champions League. Da lì in poi ha iniziato a segnare: doppietta al Vozdovac, un goal al Mladost e la rete all’Ararat-Armenia, utile per conquistare almeno un posto in una competizione europea quest’anno.

https://www.instagram.com/p/CF0WwXoAEH0/?igshid=152hkewiciswk

Di sicuro Diego si deve ancora fare perdonare qualcosa, ma la sua vena da bomber sarà sicuramente utile ai rossobianchi in stagione, magari di giovedì sera…


Il meglio del calcio internazionale su Sottoporta: Champions League 20/21: l’analisi dei gironi

Fonte copertina: @wasy_invalid on Twitter

Di Cosimo Giordano

Opinionista sportivo nel tempo libero, founder di Sottoporta, amo la pizza e il calcio internazionale. Sono quel tipo che ogni tanto ripensa alla carriera di Pauleta e che va a curiosare sulle rose del campionato australiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: