Categorie
Resto d'Europa

I migliori giovani della Eredivisie olandese 19/20

La Eredivisie è nota per essere un trampolino di lancio per miriadi di giovani talenti. Sottoporta ha raccolto i migliori giovani del campionato olandese in un 4-2-3-1 tanto caro a van Gaal.

Portiere: Joël Drommel (Twente), 1996

Portiere molto prestante, alto oltre 1,90m, Drommel difende la porta del Twente dal 2014 ed è ormai una certezza per i Twentenaren. Affidabile ed esperto nonostante la giovane età (ha ancora 23 anni), Drommel è riuscito a mantenere la porta inviolata per sei volte nonostante l’attitudine offensive del campionato olandese e le numerose disattenzioni dei suoi compagni di reparto.

Difesa

Terzino destro: Denzel Dumfries (PSV Eindhoven), 1996

Noto al pubblico italiano per la prestazione superba sfoderata due anni fa contro l’Inter in Champions League, Dumfries è una delle poche note positive di questa stagione per il PSV. Il terzino olandese è maturato molto negli ultimi mesi, imparando a gestire il ritmo della partita e ad inserirsi con migliore scelta di tempo nel terzo finale del campo. A riprova della sua crescita sul piano personale, è stato insignito della fascia di capitano da van Bommel e confermato da Faber. Le otto reti realizzate in stagione, grazie a degli ottimi movimenti offensive, confermano le grandi capacità in fase offensiva.

Difensore centrale: Sven Botman (Heerenveen), 2000

Sven Botman è un centrale di grande prospettiva cresciuto nelle giovanili dell’Ajax. Nel 2019 arriva in Frisia in prestito dai lanceri nell’affare che ha portato Kik Pierie ad Amsterdam.
Difensore centrale dal fisico imponente e abile in fase di impostazione, è da tempo nel giro della nazionale under 19 e conta di inserirsi a breve anche in quella maggiore. Nelle trenta presenze disputate in stagione ha messo a segno due reti, che hanno convinto l’Ajax a farlo ritornare alla base dalla prossima stagione.

Difensore centrale: Pantelis Hatzidiakos (AZ Alkmaar), 1997

Classe 1997, nato da padre greco e madre olandese, Hatzidiakos si è rivelato uno dei prospetti più interessanti della Eredivisie. Prodotto del vivaio dell’AZ Alkmaar, è stato uno degli elementi chiave della strepitosa stagione dei bianco-rossi. Centrale robusto fisicamente e molto rapido, dalla forte personalità, spesso accostato al connazionale Manolas. Al fianco dell’ex Roma ha già collezionato quattro presenze in nazionale, e conta di disputarne molte altre ancora. Per lui due reti in 16 partite in stagione.

Terzino sinistro: Tyrell Malacia (Feyenoord), 1999

Minuto fisicamente, ma dotato di un sinistro preciso e di ottime capacità aerobiche, Malacia è sbocciato sotto la sapiente guida di Dick Advocaat. Il tecnico ha più volte espresso la sua ammirazione per Tyrell, e non perde occasione per fargli acquisire esperienza. Ancora alla ricerca del primo goal, Malacia ha regalato ai compagni tre assist e tante prestazioni di alto livello.

Centrocampo

Centrocampista centrale: Lisandro Martinez (Ajax), 1998

Giocatore estremamente duttile ed intelligente, l’argentino ha dimostrato di saper ricoprire con uguali eleganza ed efficacia il ruolo di difensore centrale e quello di regista. Dotato di senso dell’anticipo, visione di gioco, capacità di interdizione e di un sinistro pregevole, Lisandro Martinez ha fatto innamorare i tifosi dei lanceri sia a centrocampo che in difesa.
Pur non distinguendosi per le doti offensive, ha trovato la via del goal per due volte nelle 41 presenze disputate sin qui.

Centrocampista centrale: Teun Koopmeiners (AZ Alkmaar), 1998

Difensore e mediano come Lisandro Martinez, il giovane capitano dell’AZ è uno dei maggiori artefici della grande cavalcata bianco-rossa. Grande senso della posizione, visione di gioco notevole e un sinistro di rara bellezza, Koopmeiners è un rigorista spietato e uno specialista dei calci da fermo.
In stagione ha segnato ben 16 reti, dimostrando una vena realizzativa fuori dal comune per un regista difensivo.

Trequartista: Donny van de Beek (Ajax), 1997

Uno dei prospetti più interessante dell’Ajax semifinalista di Champions nel 2019, van de Beek ha mantenuto altissimi gli standard anche in questa stagione. Giocatore totale come da migliore tradizione olandese, Donny può ricoprire tutti i ruoli del centrocampo garantendo lucidità nelle decisioni, precisione nei passaggi e inserimenti pericolosi in area di rigore. Le 10 reti e gli 11 assist in stagione lo confermano uno dei calciatori più interessanti e in forma del momento.

Attacco

Ala destra: Luis Sinisterra (Feyenoord), 1999

La rapidità e le accelerazioni improvvise sono le armi migliori del giovane colombiano. Brevilineo, baricentro basso e destro molto educato, Sinisterra ha segnato 5 reti e fornito 6 assist per i compagni nelle 21 partite disputate in Eredivisie. Sicuramente un ottimo punto di partenza per stupire anche nella prossima stagione.

Ala sinistra: Vangelis Pavlidis (Willem II), 1998

In grado di giocare come punta centrale e come ala sinistra, il greco è un diamante grezzo che in breve tempo ha stregato i tifosi tricolores.
Dotato di una classe cristallina e di uno scatto bruciante, il giovane attaccante è anche un vero killer sotto porta. 13 goal e quattro assist il suo bottino in stagione, in sole 28 presenze.

Centravanti: Donyell Malen (PSV Eindhoven), 1999

Inserito dalla UEFA nella lista dei 50 giovani più promettenti, l’attaccante olandese è stato semplicemente devastante in questa stagione. Il bottino messo a referto è di 11 reti e 5 assist in sole 14 presenze, numeri da predestinato. Nel PSV sono innamorati di lui, ma la punta è già nel mirino di molte squadre europee, e sarà difficile trattenerlo ad Eindhoven.

Menzioni speciali

Terzino sinistro: Owen Wijndal (AZ Alkmaar), 1999

Terzino dalla spiccata propensione offensiva, Owen Wijndal ha conquistato la fascia sinistra dell’AZ Alkmaar a suon di sovrapposizioni e cross al bacio. Nelle 24 presenze in campionato, Wijndal ha fornito ben sette assist per i compagni, trovando la via del goal in un’occasione.
Dotato di un mancino formidabile e di una grande facilità di corsa, è un già un obiettivo di numerose squadre europee. Qualora dovesse riconfermare quanto di buono fatto in questa stagione, difficilmente rimarrà ancora a lungo con i cheese farmers.

Terzino sinistro: Sergiño Dest (Ajax), 2000

Menzione speciale per Sergiño Dest, statunitense di origine olandese. Il giovanissimo terzino dell’Ajax ha offerto 5 assist per i compagni in 20 partite, e si è distinto per la corsa veloce e per il sinistro preciso ed educato.

Ala destra: Calvin Stengs (AZ Alkmaar), 1998

10 goal e ben 12 assist in stagione per il piccolo fuoriclasse di origine surinamese. Stengs può agire sia a sinistra che a destra, da dove può accentrarsi per liberare il suo sinistro prodigioso. Il dribbling ubriacante e la rapidità in transizione lo rendono un giocatore estremamente pericoloso nelle ripartenze in campo aperto, scenario in cui può dare il meglio di sé.

Myron Boadu (AZ Alkmaar), 2001

Il gioiellino dell’AZ Alkmaar è stato protagonista di una stagione superlativa. Impiegabile come punta centrale e come ala sinistra, Boadu è stato uno degli elementi chiave della miracolosa cavalcata dei cheese farmers. Nonostante abbia solamente diciannove anni, vanta già quattordici reti e otto assist nella sua prima stagione ad alti livelli, numeri impressionanti. Soprattutto considerando che ha impiegato solamente 24 partite per raggiungerli.


Rimani aggiornato su tutte le news di Sottoporta.

Foto ccopertina tratta dal profilo Instagram di Sven Botman

Di Andrea Margutti

Aspirante scrittore, fotografo, musicista e scacchista. Piedi storti e braccia larghe in marcatura. Non si aspetta molto dalla vita, ma se potesse riavere Recoba in rosa sarebbe contento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: