Categorie
Germania

I migliori giovani della Bundesliga 19/20

Da anni la Bundesliga è un terreno fertilissimo per la crescita di giovani talenti. Con la stagione appena terminata, scopriamo insieme i migliori U23 nel nostro 4-3-3 (o 4-1-2-3) a trazione anteriore.

Difesa

Portiere: Alexander Nübel (Schalke04),1996

Luci e ombre in questa stagione per il futuro vice di Neuer al Bayern Monaco. Il portierone tedesco aveva iniziato la stagione da capitano dei Die Knappen, dopo aver preso il posto all’esperto Fahrmann e portato la Germania U21 in finale dell’Europeo di categoria. Ma dal giorno del suo passaggio ai bavaresi, tutto è cambiato, in peggio. L’espulsione e la conseguente squalifica di quattro giornate per un intervento killer su Gacinovic in Schalke-Eintracht gli ha fatto perdere la fascia da capitano. Poi è rimasto in panchina per qualche partita a discapito di uno scandaloso Schubert. Il finale di stagione è stato molto deludente, ma ricordiamo che ha solo 23 anni e può ancora esprimere il suo talento in un palcoscenico più prestigioso.

migliori U23 Bundesliga
Alexander Nubel, il nuovo vice di Neuer al Bayern Monaco (Fonte: Goal.com)

Terzino Destro: Achraf Hakimi (Borussia Dortmund),1998

L’ex canterano del Real Madrid è da poco un nuovo giocatore dell’Inter. In questi due anni al Dortmund, il tecnico Lucien Favre gli ha concesso tanto minutaggio e con il tempo è diventato un giocatore importante nel suo scacchiere. Impiegato come esterno destro di centrocampo nel 3-4-3, Hakimi ha sfruttato al massimo le sue qualità tecniche e atletiche, creando superiorità grazie alle sovrapposizioni con l’ala d’attacco. Da notare anche i suoi eccellenti tempi d’ inserimento, che hanno portato a ben 5 gol e 10 assist in Bundesliga, oltre a una doppietta in Champions alla sua nuova squadra.

migliori U23 Bundesliga
Hakimi in una delle sue nove esultanze stagionali (Fonte:sport.it)

Difensore centrale: Dayot Upamecano (RB Lipsia),1998

E’ arrivato a 18 anni nell’est della Germania dai “cugini” del Salisburgo, altro club della famiglia Red Bull. Il francese nelle ultime tre stagioni e mezzo si è distinto per la costanza di rendimento nel reparto arretrato, grazie ad un imponente stazza fisica, in grado di dar filo da torcere agli attaccanti avversari. Ha anche delle ottime qualità di palleggio, sempre apprezzate dagli allenatori.

Difensore Centrale: Edmond Tapsoba (Bayer Leverkusen),1999

Dopo una stupenda prima parte di stagione in Portogallo con il Vitoria Guimaraes, è stato scelto da Peter Bosz per rinforzare il reparto arretrato delle Aspirine. Tranne qualche piccola ingenuità, il 21enne del Burkina Faso ha sorpreso tutti per il suo rapido adattamento in Bundesliga e per la sua leadership. Seppur sia alto 192 centimetri, è un difensore molto rapido ed è dotato di un buon destro, tanto che al Vitoria era uno dei rigoristi. Gli è mancato solo il goal, ma arriverà presto, vista la sua pericolosità nei calci piazzati.

Terzino sinistro: Alphonso Davies (Bayern Monaco),2000

Il 19enne di Vancouver è stato la rivelazione del Bayern in questa stagione. Il suo passaggio da ala a terzino non solo gli ha permesso più minutaggio, ma lo ha fatto divetare un’arma in più nelle situazioni offensive grazie alle sue eccellenti qualità atletiche. Nella partita contro il Werder Brema, ha raggiunto i 36,5 km/h: record di velocità in Bundesliga dal 2013/14. A ciò si aggiungono 4 gol e 9 assist in stagione. Non male per un 19enne in una grande squadra come il Bayern.

Centrocampo

Centrocampista centrale: Florian Neuhaus (Borussia Mönchengladbach),1997

L’unico ambasciatore del Gladbach di Marco Rose in questa Top 11 è il 23enne cresciuto nel vivaio del Monaco 1860. Dopo una parentesi in prestito al Fortuna Duesseldorf, da due anni è il punto di riferimento del centrocampo dei Die Fohlen. In questa stagione è stato molto spesso impegnato in cabina di regia senza mai rinunciare ai suoi inserimenti e ai suoi tiri dalla distanza, che hanno fruttato 4 gol. Neuhaus è stato uno dei protagonisti principali per la conquista del quarto posto finale e la conseguente qualificazione in Champions League.

Trequartista: Kai Havertz (Bayer Leverlusen),1999

Un’altra stagione da fuoriclasse per il 21enne di Aachen. 16 sono i suoi gol stagionali col Bayer, 12 in Bundes, alcuni di questi anche nella nuova posizione di centravanti. Kai è cresciuto molto dal punto di vista umano, tanto che è diventato uno dei leader dello spogliatoio e vice capitano. Questo non è bastato però per la qualificazione in Champions delle Aspirine, che probabilmente potrebbero privarsi del suo miglior talento. Le avances di Real e Chelsea sono insistenti e si dice che hanno già recapitato offerte di 100 milioni e oltre alla squadra di Peter Bosz.

Trequartista: Christopher Nkunku (RB Lipsia),1997

Arrivato in estate per 15 milioni dal PSG, il franco-congolese è stato uno dei punti di riferimento della squadra di Nagelsmann. La sua duttilità gli ha permesso un ruolo da primario in Sassonia. Infatti Nkunku può giocare da centrocampista centrale, mezzala, trequartista o anche da esterno. Oltre a 5 gol, ha fornito 15 assist in Bundesliga, dietro solo a mostri sacri come Sancho (17) e Muller (21). Le sue giocate sono state fondamentali anche per il cammino in Champions: i Die Roten Bullen sono attualmente qualificati ai quarti di finale.

Nkunku: dinamismo e personalità a servizio di Nagelsmann

Attacco

Ala destra: Jadon Sancho (Borussia Dortmund),2000

Ormai lo si considera come un veterano, viste le sue giocate da marziano e le sue statistiche da capogiro. Venti sono i gol, così come gli assist in questa stagione di Bundesliga. Venti però sono pure gli anni, che dimostrano come abbia ancora tantissimi margini di miglioramento. Nonostante una ripresa a rilento per un ritardo di condizione, The Rocket ha offerto come sempre prestazioni sopra la media. Con Haaland è nata un’intesa che sarà fondamentale per gli anni a venire del Dortmund, mercato permettendo. Da diverse stagioni, il Manchester United sta tentando di riportare a casa uno dei più grandi rimpianti del vivaio rivale. Il primo calciomercato post Covid-19 può regalarci tante sorprese, vedremo se il passaggio di Sancho ai Red Devils sarà una di queste.

Punta Centrale: Erling Haaland (Borussia Dortmund),2000

Dopo i primi sei mesi da fenomeno a Salisburgo, con tanto di tripletta al Liverpool in Champions, il figlio d’arte norvegese non ha semplicemente superato le aspettative a Dortmund. Le ha enormemente superate. Non è semplice adattarsi così velocemente in un campionato così competitivo come la Bundesliga. Haaland se n’è fregato e ha risposto con 13 gol in 15 partite, insufficienti però per strappare l’ottavo Meisterschale consecutivo dal Bayern Monaco. La prossima stagione sarà un importante banco di prova per Erling, e se manterrà la media gol di questa stagione, darà tanto filo da torcere al rivale Lewandowski per il titolo di capocannoniere. Ma siamo tutti sicuri che resterà al BVB?

Ala sinistra: Josip Brekalo (Wolfsburg),1998

Il classe 1998 croato è stato prelevato dalla Dinamo Zagabria nel 2016, quando aveva poco più di 18 anni. Dopo il prestito allo Stoccarda, dal 2018 si è preso la fascia sinistra dei lupi con ottimi risultati. Il bottino di questa stagione recita 3 goal e 4 assist e un ruolo da protagonista per la conquista di un posto in Europa League per il Wolfsburg.


Rimani aggiornato su tutte le news di Sottoporta.

Fonte Copertina: Francesco Romeo

Di Francesco Romeo

Napoletano, classe 2002. Studente di Scienze della Comunicazione e nel tempo libero parlo di sport, vista la mia incapacità a praticarli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: